Didattica » Vini e vitigni

Riviera Ligure di Ponente: Vigne dal mare ai monti

La Liguria di Ponente ha un paesaggio che non ha vie di mezzo: di fronte il mare e dietro i monti: due condizioni che hanno fortemente segnato la vinificazione della regione. I vigneti sono coltivati sulla fascia che va dal mare fino alle pendici delle Alpi liguri. I vigneti sono esposti alla brezza marina, coltivati in scoscesi dirupi che degradano verso il mare, producono vini con una “salinità” tutta personale e particolare, difficilmente presente nei vini prodotti altrove.

La viticoltura della riviera ligure di ponente si sviluppa lungo le due provincie e produce ben quattro vini, due rossi e due bianchi: Rossese di Dolceacqua, Ormeasco di Pornassio, Vermentino e Pigato, questi ultimi due raggruppati sotto la DOC Riviera Ligure di Ponente.

La vite viene prevalentemente coltivata in vigneti sistemati a terrazze, a ciglioni e a ripiani raccordati.

Il vermentino rende il meglio di se vicino al mare, il pigato predilige un’altitudine di circa 300 mt slm in terreni argillosi e ferrosi, l’ormeasco di Pornassio trova il suo habitat naturale dai 400 mt fino alle pendici delle alpi liguri. Tutti questi vigneti crescono in un ambiente dove è presente una elevata escursione termica, il che dona al vino una spiccata acidità e sapidità con sentori varietali pronunciati.


 

Pigato Vermentino Ormeasco Rossese di Dolceacqua

 

Vigne di mare Vigne di mare Vigne ai piedi delle Alpi Vigne ai piedi delle Alpi